Regolamento

ARTICOLO 1 – Definizione dell’iniziativa

PensoFUTURO2019, iniziativa promosso nell’ambito della seconda edizione della Treviso Creativiy WEEK, è un concorso di idee riservata a ragazzi compresi in età tra i 15 ed i 19 anni di tutta Italia. È organizzato dall’associazione Innovation Future School, con il Patrocinio della Regione Veneto, con il supporto di Electrolux, Ascotrade, Cisco Italia, PastaFracasso e con la collaborazione di Be.Family, Ghea Consulting, Primo Round, Ca’ Foscari Alumni e t2i – trasferimento tecnologico ed innovazione.

 

ARTICOLO 2 – Obiettivi e principi ispiratori

Obiettivo è quello di dare voce alla creatività ed alle visioni dei nostri ragazzi, chiuse nei cassetti; al tempo stesso si intende avvicinare imprese ed istituzioni al mondo dei giovani. Ai partecipanti viene chiesto di presentare una soluzione/risposta alle quattro seguenti sfide proposte dalla Commissione Organizzatrice divise per categorie:

 

Sfida 1: AMBIENTE ed ENERGIA

Premessa

Secondo il Global Footprint Network per soddisfare la domanda di risorse naturali occorrerebbero 1,7 terre; quindi stiamo consumando più risorse di quelle che i sistemi naturali sono in grado di generare.

Come le tecnologie digitali possono facilitare nella quotidianità (casa, scuola, ufficio, trasporti, ecc) un consumo di energia più consapevole

 

Sfida 2: FOOD & INNOVAZIONE

Premessa

In Italia lo spreco alimentare rappresenta lo 0,08% del PIL, 15 miliardi di euro buttati nella spazzatura.

Dal rapporto 2018 dell’”Osservatorio waste watcher” emerge comunque un’Italia che gradualmente sta prendendo consapevolezza degli sprechi alimentari: 4 italiani su 5 giudicano un’assurdità buttare ancora il cibo ancora buono e 4 su 10 dichiarano di aver ridotto gli sprechi nell’ultimo anno. In questa direzione viene in aiuto il progressivo sviluppo tecnologico che soprattutto nel mondo della domotica e nello specifico, nel modo della cucina, sta fornendo mezzi adeguati per cercare di arginare questo grave problema che riguarda il mondo intero.

In quale modo e grazie a quali nuove tecnologie, si può ridurre lo spreco alimentare in cucina?

 

Sfida 3: ENOGASTRONOMIA E TERRITORIO

Premessa

“Il rapporto sul Capitale Naturale Italiano del Ministero dell’Ambiente del 2017 ci segnala che l’Italia è uno dei paesi al mondo con la maggior biodiversità terrestre e marina. Dopo decenni in cui è stata data più attenzione alla produzione di cibo massa e ad una logica di convenienza, negli ultimi anni sta crescendo l’attenzione all’impatto che le nostre scelte di acquisto hanno sulla sostenibilità su lungo periodo”

Come favorire il consumo consapevole di prodotti alimentari di qualità e legati al territorio?

 

Sfida 4: CULTURA/EDUCAZIONE

Premessa

Dirigenti e docenti scolastici, a fronte dei forti cambiamenti sia sociali che tecnologici, stanno lavorando per ripensare e riorganizzare la proposta ed i programmi con cui coinvolgere le nuove generazioni.

Come le nuove tecnologia possono rendere più interessante per i ragazzi la scuola del futuro

 

ARTICOLO 3 – Entità e modalità di erogazione dei premi

Ai primi 5 classificati nella giornata finale sarà consegnato un device (tablet) di ultimissima generazione.

I 15 finalisti parteciperanno tra fine 2019 e inizio 2020 ad una study visit presso l’Elettra Sincrotrone di Trieste, uno dei principali centri di ricerca internazionale multidisciplinare di eccellenza specializzato nella generazione di luce di sincrotrone e di laser ad elettroni liberi di alta qualità e nelle sue applicazioni nelle scienze dei materiali e della vita.

Per ciascuno dei 15 idee finalisti sarà realizzata una video intervista di presentazione che sarà caricato nel sito di PensoFUTURO per dare la massima visibilità a livello nazionale all’idea ed ai promotori.

Ai primi 50 partecipanti che invieranno l’idea sarà regalata una chiavetta USB.

Premi speciali

Electrolux riserverà un premio speciale alle idee che si saranno distinte per originalità nell’ambito “FOOD & INNOVAZIONE”.

Ascotrade riserverà un premio speciale alle idee che si saranno distinte per originalità nell’ambito “AMBIENTE ed ENERGIA”.

 

ARTICOLO 4 – Regolamento

Il presente regolamento determina le modalità e i criteri di funzionamento di PensoFUTURO2019 ed è valido ed efficace solo per tale edizione. Eventuali modifiche sono adottate dalla Commissione Organizzatrice. Il Regolamento è divulgato dalla Commissione Organizzatrice ed è disponibile sul sito web dell’Associazione nella sezione dedicata a PensoFUTURO2019 (www.innovationfutureschool.com).

 

ARTICOLO 5 – Requisiti partecipazione

Le idee presentate in forma di testo, audio o video a PF2019 possono essere elaborate da singoli ragazzi o da gruppi di ragazzi; i gruppi possono essere formati da un numero massimo di sei ragazzi. Ciascuna partecipante, singolo o in gruppo, può presentare un’idea per ciascuna delle 4 categorie

 

ARTICOLO 6 – Presentazione delle idee

Le idee dovranno essere presentate entro il 23 settembre 2019

Per presentare l’idea si potrà seguire più modalità:

  • inviare la descrizione dell’idea con un testo via mail a media@pensofuturo.it (in caso di file pesanti utilizzare wetransfer)
  • compilare il form online del sito web (clicca qui)
  • inviare la descrizione dell’idea via Instagram su Pensofuturo
  • inviare la descrizione dell’idea via whatsapp al numero +39 338 3210772
  • inviare la descrizione dell’idea via Facebook Messenger su (pagina messaggi FB di IFS)

Nel caso i partecipanti minorenni volessero inviare un formato video, sarà obbligatorio inviare l’autorizzazione firmata dai genitori con un documento di identità; sarà sufficiente scaricare l’autorizzazione (disponibile a questo link) ed inviare via email su media@pensofuturo.it la scannerizzazione del documento firmato dal genitore a o tramite apposito form sul sito web.

Tra le idee presentate ne verranno selezionate 15 che parteciperanno alla finale del 22 ottobre 2019; la finale prevede che ciascun proponente, singolo o gruppo, presenti la propria idea con un intervento (speech) di max 5 minuti di fronte ad una commissione appositamente costituita. Lo staff IFS supporterà i 15 finalisti nella preparazione degli interventi attraverso alcuni incontri individuali di preparazione da concordare nei 10 giorni precedenti la finale.

 

ARTICOLO 7 – Organi

A presidio delle finalità di PF2019 e dell’osservanza del regolamento sono costituiti i seguenti organi.

Commissione Organizzatrice: compito di tale Commissione è quello di dare indicazioni sulle diverse fasi del premio e di garantire l’osservanza delle procedure e la correttezza del processo di valutazione. Vigila sul rispetto del regolamento e decide insindacabilmente sull’ammissione e sull’esclusione dei partecipanti.

Giuria: è costituita dai rappresentanti degli organizzatori di PF2019 ed è coordinata dalla segreteria organizzativa di PF2019. Alla Giuria compete l’individuazione dei finalisti che parteciperanno all’evento finale secondo i criteri e le modalità definiti come segue:

  • tasso di creatività
  • fattibilità dell’idea
  • qualità del materiale inviato.

Alla Giuria compete inoltre la scelta dei vincitori assoluti nella finale di ottobre secondo i criteri e le modalità definiti come segue:

  • approfondimento dell’intervento
  • efficacia nella presentazione.

I lavori della Giuria sono riservati e le sue decisioni sono insindacabili.

 

ARTICOLO 8 – Svolgimento dell’evento finale

L’evento finale si svolgerà il 22 ottobre 2019 presso la sede dell’Innovation Factory di Electrolux a Porcia (PN). I 15 finalisti illustreranno le loro idee di fronte alla Giuria in un evento aperto al pubblico.

 

ARTICOLO 9 – Obblighi dei partecipanti

La partecipazione al Premio comporta la completa ed incondizionata accettazione di quanto contenuto nel presente Regolamento.

 

ARTICOLO 10 – Copyright

Ogni video inviato alla Commissione Organizzatrice per partecipare a PF2019 rimane di proprietà degli autori, che potranno proteggerlo mediante le forme di tutela previste dalla legge. I componenti degli organi di PF2019 sono esonerati da ogni responsabilità per eventuali contestazioni che dovessero sorgere circa l’originalità e la paternità dell’opera, di parti dell’opera o da eventuali limitazioni da parte di terzi dell’opera stessa.